QUESTO SITO E UN OMAGGIO AD UN ATTORE, UN COMICO, UN PERSONAGGIO, UN ARTISTA, UNO SHOW MAN, UN UOMO CHE HA DEDICATO LA SUA VITA AL PALCOSCENICO, ED IN ALCUNI MOMENTI NON HA AVUTO IL GIUSTO RICONOSCIMENTO.

E' ANCHE UN MODO PER FAR CONOSCERE UN MONDO CHE NON ESISTE FORSE PIU', E PER GLI APPASSIONATI DI FOTO IN B/N D' ARCHIVIO DELLO SPETTACOLO.

 

BIOGRAFIA


- Debutta con "Le due orfanelle" nel 1950 con una compagnia di   strada dove interpreta 3 personaggi.

 

- Scritturato nel  1951  dalla compagnia dei fratelli Maggio     inizia la professione nell'Avanspettacolo.

 

- Seguiranno moltissime feste di piazza a Napoli e provincia dove inizia la carriera di imitatore.Definito il Principe degli imitatori fa nascere un nuovo genere di spettacolo.

E' il primo in Italia senza travestimenti e solo con voce e mimica a poter ricreare 1000 personaggi: cantanti, attori, comici, sportivi, politici,riproponendo i loro tic, manie e personalità, 

consentendo poi, ad altri negli anni, fino ad oggi, di seguire questo stile e proseguire nel genere.

In oltre avendo una vocalità lirica, poteva interpretare anche brani d'opera spingendosi addirittura ad imitare una perfetta voce da soprano.

 

- Teatro Nuovo di Milano con Tino Scotti e Bolognani.  

 

In seguito ai successi gli viene conferito il premio Maschera d'argento alla Casina delle Rose di Roma,dove verrà notato dall'impresario Remigio Paone che lo  scrittura per la Rivista "A prescindere" 1956-57 col grande Totò. Con il Principe nacque una reciproca simpatia e affetto tanto da appioppargli l'appellativo di "giullare del re".

 

- Riceve un'altra Maschera d'argento.

 

- Seguono vari doppiaggi per film, famoso tra tutti quello 

  di Tina Pica 1958.  

 

- 1960 Carosello -Olio Sasso- con il maestro Giovanni Danzi.  

 

- Trasmissioni televisive importanti tra le quali il 

  Festival dei Maghi.

 

- 1960 Olimpia di Parigi con Edith Piaf e Yves Montand.  

 

- 2 anni di Tournée in Italia con Josephine Baker.

 

- Ospite al "Perry Como Show " in USA.    

 

- Tournée in Italia con Jane Russell Teatro Lirico Milano 1961.

 

- Tournée in Italia con Renato Carosone e Frankie Laine 1962

Ottiene larghi consensi tali da consentirgli l'entrata nel mondo del cinema: co-protagonista con Claudio Villa in "Primo applauso ".

Durante uno spettacolo con Gorni Kramer viene invitato dal

produttore De Laurentis e Alberto Sordi per una  partecipazione nel film Crimen con Nino Manfredi. 

 

- Varie registrazioni allegate al periodico Il Borghese, voci di politici in disco "il Fanfaniere" 1963. Per la satira ad un politico dell'epoca, verrà censurato dalla TV. Questo lo porterà forzatamente lontano dagli schermi per un lungo periodo.

 

- 1965 Microfono d'oro e artista dell'anno a Salerno.

 

Tutto questo successo gli viene riconosciuto con i più prestigiosi premi nei migliori locali d'Europa.

 

- Dal 1962 all'82: speaker ufficiale in Italia della famosa      squadra di pallacanestro degli Harlem Globetrotters.

 

L'America scopre Mario Di Gilio.

Col suo talento naturale, diverte gli americani, così come succedeva già in Francia, con la sua verve show man, rifacendo in scena i più popolari e amati divi: da Jerry Lowis a Frank Sinatra, da Dean Martin a Louis Armstrong con la sua incredibile tromba.

 

- Carnegie Hall con Luciano Tajoli 1967 dove si esibì in 4 voci: tenore, soprano, baritono e basso e per il successo gli fu eseguito l'Inno di Mameli dall'orchestra.

 

 - 1972 Mario Abbate USA Madison Square Garden.

 - Toronto Nilla Pizzi.  

 - Madison Square Garden con Massimo Ranieri e Orietta Berti. 

 

- Premiato da Elettra Marconi.

 

- Vita d'artista: 1988 premio internazionale della critica  Napoli.

 

- Nel 1989 più volte ospite al Maurizio Costanzo Show.  

 

- "Luci del Varietà" regia Mino Bellei Teatro Parioli Roma 1990

scelto da Costanzo tra 6000 ospiti per celebrare il decennale "Buon Compleanno Canale 5".

 

- "Serva Padrona" di Pergolesi 1990 Opera lirica - regia Bussotti. Interprete del personaggio Vespone.

 

-1991-92 ospite di Renzo Arbore in "Caro Totò ti voglio  presentare".

 

- Nel 1992 forma una sua compagnia teatrale di giovani attori e debutta come regista, autore e interprete di "Totò dietro le quinte" 1995 con Liliana De Curtis.

 

- Nasce il comitato del premio - Antonio De Curtis- di cui è  promotore con la figlia Liliana.

 

- 1997-98 con Aldo Giuffrè commedia comica de " il Medico dei    Pazzi".

 

- Giffoni 2008:


- Premio alla carriera dalla sua città natale: